STADIO: IL NUOVO SINGOLO È “MISS NOSTALGIA” (AUDIO UFFICIALE)


Il nuovo singolo degli Stadio è “Miss Nostalgia”, il brano che apre e dà il titolo all’ultimo album della band. Il leader Gaetano Curreri, in questa canzone firmata con Saverio Grandi, elegge a “miss” la nostalgia, uno dei sentimenti che spesso ci accompagnano nella vita: “La nostalgia è il ripensare alle cose belle della propria vita, ma senza rimpianti e con il desiderio di trovare nuovi stimoli di ispirazione”, spiega il comunicato che presenta il pezzo, una nuova bella ballata pop-rock “alla Stadio”. Il testo si apre con il verso “Per cercare nuova ispirazione / ho inventato un cocktail col tuo nome” mentre il ritornello recita “Ogni strada porta da te / per me perdono non c'è / ho un'amica, Miss Nostalgia / non voltarti, non voltarti”. Il gruppo lo ha eseguito dal vivo a RADIOITALIALIVE.

Il brano, che verrà lanciato venerdì 15 aprile, segue il successo della canzone vincitrice di Sanremo “Un giorno mi dirai”, già Disco d’Oro, ed è quindi il secondo singolo tratto dal 15esimo disco di studio del gruppo bolognese, definito da Curreri come “la summa del lavoro e delle esperienze fatte fino a qui”. Nella tracklist ci sono la ballad “Tutti contro tutti” ballad con un'incursione di Vasco Rossi, “L’Autunno ti Dona” con le parole di Giorgio Riccardo Galassi e infine “Noi come voi” di Lucio Dalla e Gaetano Curreri, un brano del 1983 in una versione arrangiata dal maestro Beppe D’Onghia con il sax originale di Dalla.

Intanto il Comune di Bologna ha comunicato che la consegna del Nettuno d’Oro agli Stadio è stata rinviata a data da destinarsi nel rispetto della decisione del gruppo di attendere il rientro dalla convalescenza dello storico batterista della band Giovanni Pezzoli, colpito da malore nelle scorse settimane. Di conseguenza è stato rimandato anche il concerto previsto al Pilastro di Bologna in questi giorni. La prossima tappa del loro tour, di cui Radio Italia è Radio Ufficiale, è in programma sabato 16 aprile al Palaparenti di Santa Croce sull’Arno (Pisa)