Vittorio Sgarbi e Steve Lachance difendono Morgan

Dopo la querela di Mediaset a Morgan per tutte le dichiarazioni rilasciate in seguito all'addio al serale della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, il cantante non si è più fatto (giustamente) sentire. In tanti sul web sono intervenuti per difendere la conduttrice, come Alessandra Amoroso, Rudy Zerbi, Ermal Meta, Luca Zanforlin, Boosta, Elisa, solo per citarne alcuni; pochi, invece, quelli a difendere il cantante.




Tra questi Steve Lachance che ha pubblicato i post di Morgan sul suo profilo Facebook commentando con la didascalia "Bravo". In realtà già in passato il coreografo ha espresso dei commenti negativi nei confronti del talent show in cui ha militato per anni: "Quella è una scuola per giovani aspiranti ballerini e cantanti - ha detto nel 2013 al settimanale Nuovo - nel senso che dà l’opportunità ai talenti di emergere. L’unica cosa è che io, avendo avuto una formazione più rigida, ho una visione piuttosto diversa. Un esempio? In sala si dovrebbe solo ballare e non parlare, come avviene sempre".





Vittorio Sgarbi ha difeso l'artista e attaccato Roberto Saviano, ospite della quarta puntata in onda sabato 15 aprile in prima serata su Canale 5, attraverso un'intervista a Quotidiano.net: "Un evidente peggioramento appare la sostituzione di Morgan con Saviano, nel programma 'Amici'. Morgan è un uomo libero, un esempio per i giovani; si è rivelato per doti musicali e spontaneo talento. Saviano vive di retorica e la diffonde; veste male, non ha la barba, ma non se la fa per apparire studiatamente trasandato; è attratto dal male e da quello trae ispirazione per i suoi racconti. Il suo è un moralismo medievale che si nutre di violenza e orrore, fingendo di prenderne le distanze, ma in realtà con compiacimento. Il suo sguardo non si è mai posato su un dipinto di Ambrogio Lorenzetti o di Lorenzo Lotto per descriverlo a un giovane. Solo il brutto lo stimola. Morgan se n’è andato portandosi via la bellezza".

FONTE ; VELVETGOSSIP